Loading...

IN PRIMO PIANO


ATTENZIONE.

a causa dell’interruzione per frana della strada per Bognanco, la prevista apertura del rifugio all’alpe Vallaro del 19 maggio viene rinviata a Domenica 2 Giugno, compatibilmente con il ripristino della viabilità e delle condizioni meteo.


 

Comunicato stampa

Domodossola 7/4/2024

Rinnovo cariche CAI SEO Domodossola

E’ Sauro Zani il nuovo Presidente della sezione CAI SEO Domodossola: la nomina è stata ratificata all’unanimità durante il Consiglio del 5 Aprile 2024, il primo dopo l’annuale Assemblea dei Soci del 22 Marzo scorso durante la quale, oltre alla Relazione Morale del Presidente e la Relazione Finanziaria del Tesoriere, sono state rinnovate le cariche del Consiglio Direttivo che consta di 15 Consiglieri: Cantamessa Davide, Giovangrandi Vittorio, Leopardi Antonio, Lunardi Claudio, Melchiorri Giberto, Morello Mario, Nalin Paola, Mottini Claudia, Pangallo Stefania, Pozzo Paolo, Rovereti Ines, Scalabrino Erica, Toriani Ebe, Turco Dario, Zani Sauro.
Sauro Zani – domese, 52 anni, laurea in economia e commercio, consulente in tecnologie informatiche, coniugato e con 2 figlie – subentra a Paolo Pozzo, instancabile Presidente del sodalizio domese negli ultimi 2 mandati, dal 2018 al 2024 (e quindi non rieleggibile, a norma di statuto) che rimane comunque ai vertici in qualità di vice- Presidente. Confermato Dario Turco come Segretario, mentre Stefania Pangallo subentra come Tesoriere a Vittorio Giovangrandi, veterano del gruppo e storico alpinista ossolano, che rimane comunque saldamente in Consiglio.
Un avvicendamento, quindi, nel segno della continuità e della coesione all’interno del gruppo dirigente della sezione CAI di Domodossola, che rinnova il proprio impegno a favore dei soci, delle istituzioni e gli enti del territorio, quali le scuole – con le quali il CAI svolge da anni attività di accompagnamento alla scoperta del territorio e della cultura montana – le amministrazioni locali – con le quali il CAI svolge attività di rilevamento, manutenzione e tracciatura dei sentieri – gli enti che si occupano di disabilità – per i quali il CAI si impegna nell’escursionismo inclusivo con ausili speciali quali le Joelette e conduttori specificamente formati – gli enti di protezione ambientale – ai quali i volontari della sezione prestano il loro supporto in diversi progetti di rilevamento e monitoraggio dei parametri ambientali ed ecosistemici.
In questo contesto, la sezione CAI SEO Domodossola si impegna a continuare e potenziare il lavoro svolto in questi anni nel promuovere la fruizione consapevole e prudente dell’ambiente montano, l’educazione ambientale e la valorizzazione del territorio e della cultura alpina, incoraggiando la partecipazione attiva dei soci, implementando e sviluppando partnership significative con altre organizzazioni e associazioni (locali e non solo) nel segno di valori e obiettivi condivisi.


 

ALPINISMO GIOVANILE

Ai Soci e alle Socie della Sezione CAI SEO di DOMODOSSOLA
Oggetto: Alpinismo Giovanile
Caro Socio/a
la nostra Sezione da diversi anni organizza, con il concorso di guide alpine professionali, un Corso di Alpinismo Giovanile della durata di una settimana, presso il Rifugio Margaroli al Vannino, ma questa bella iniziativa rimane però un fatto isolato, che vorremmo integrare con altre attività rivolte ai Giovani.
Pensiamo di inserire nel Calendario 2024 almeno due Escursioni dedicate ai giovani escursionisti: un primo passo verso un programma ancor più ricco e ambizioso da realizzare nel prossimo futuro.
Tuttavia, risulta a tutti evidente che le attività di Alpinismo Giovanile debbano essere seguite da persone adeguatamente formate, per la specificità rappresentata dal mondo giovanile.
La Scuola di Formazione EST MONTEROSA, con Sede ad Arona, avvierà il prossimo 10 Marzo il 10° Corso per Accompagnatori di Alpinismo Giovanile anno 2024: un’ottima occasione per approfondire e acquisire le tematiche dell’escursionismo giovanile, arricchendo anche il proprio rapporto con la montagna, nello spirito che anima il sodalizio CAI.
Rivolgiamo quindi un caloroso invito ai nostri Soci che, amanti dell’escursionismo di montagna, volessero aiutarci a trasmettere questa passione anche ai giovani, collaborando con la nostra Sezione allo sviluppo e alla implementazione delle attività giovanili.
Il corso si svolgerà tra Marzo e Settembre, con alcuni momenti formativi in video conferenza e due o tre esperienze sul campo (il programma è ancora in fase di definizione), accompagnati dagli istruttori CAI della scuola Est Monte Rosa.
Per la partecipazione al percorso formativo non sono richieste particolari caratteristiche personali, ma solo una discreta attitudine ai percorsi di montagna, una buona disponibilità e tanta voglia di dedicarsi ai giovani.
Chi fosse interessato e volesse maggiori informazioni, può contattare Claudio cell.3339142875
Ringraziandoti per l’attenzione, invio cordiali saluti.
Il Presidente Paolo Pozzo
Domodossola 25/01/2024


 

 


AVVISO IMPORTANTE: RINNOVO  ISCRIZIONE CAI !!

da oggi è già possibile rinnovare l’iscrizione CAI per l’anno 2024. Vi ricordiamo che la nostra sede è aperta tutti i Mercoledì e Venerdì dalle ore 20.30 alle 22.00 – A causa di importanti e imprevisti impegni economici verificatesi nel corso dell’anno (ad esempio ristrutturazione bagni al Vannino) le nostre casse sono vuote e abbiamo bisogno di recuperare un pò di risorse…. se possibile non aspettate l’ultimo minuto, ma mettetevi in regola col bollino CAI al più presto, ricordandovi che può anche essere l’occasione per un bel regalo a familiari o amici.

Grazie a tutti da parte del Presidente e dei Consiglieri.


Foto ed alcune registrazione del Coro Seo Cai durante la serata organizzata dal Circolo dei Sardi (clic sull’immagine)

 

Escursioni del 2024

 


Escursioni del 2023

 


Ultimi Eventi

 

Visualizza tutti gli eventi


 

Paolo Crosa Lenz – Lepontica

Con grande piacere condividiamo gli scritti dell’ amico Paolo Crosa Lenz. Per i pochi che non lo conoscessero:
E’ nato a Ornavasso nel 1956 da famiglia di origini walser ed ha svolto la professione di insegnante. La passione per la montagna e l’alpinismo, uniti ad interessi di studio per la propria terra lo hanno portato a sviluppare un’ampia attività di ricerca e divulgazione sulla storia e l’ambiente delle Alpi. In quarant’anni di attività ha pubblicato oltre 70 libri e saggi sull’Ossola e il territorio compreso tra i laghi e le Alpi. Profondo conoscitore della storia e dell’ambiente ossolano, ha maturato significative esperienze di ricerca nell’ambito della minoranza linguistica walser. Ha tenuto oltre 500 conferenze in Italia. E’ membro accademico del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna) e direttore responsabile de Il Rosa giornale di Macugnaga e della Valle Anzasca. E’ membro dei comitati scientifici dell’Istituto Storica della Resistenza di Novara e VCO e della Casa della Resistenza di Fondotoce. Collabora con la rivista “Nuova Resistenza Unita”. Alpinista ancora attivo, nonostante gli acciacchi degli anni, da quarant’anni è volontario della stazione di Ornavasso del Soccorso Alpino, è iscritto da sempre alla sezione CAI di Gravellona Toce. Dal 2016 al 2019 è stato presidente delle Aree Protette dell’Ossola che comprendono i parchi naturali dell’alpe Veglia (nel 1978 il primo parco della Regione Piemonte), dell’alpe Devero e dell’alta Valle Antrona.

Visualizza tutti

 


Il nostro coro

 


 

Comunicazione della Regione Piemonte con la quale siamo ufficialmente iscritti nel Registro Unico Nazionale Terzo Settore (RUNTS) con la qualifica di Associazione di Promozione Sociale (APS).

 

clic per visitare la pagina della comunicazione ufficiale

clic per visualizzare il nuovo statuto sezionale

clic per visualizzare il verbale d’assemblea


 

DOCUMENTAZIONE CAI NAZIONALE RELATIVA A COVID E GREENPASS


 

Classificazione dei rifugi italiani

La regione Piemonte,  mantiene una suddivisione più dettagliata, analoga alla suddivisione dei rifugi del CAI, maggiormente definita nelle caratteristiche di appartenenza

Tipo Categoria Descrizione
Rifugi escursionistici A raggiungibili con strada rotabile
Rifugi alpini B raggiungibili con mezzo meccanico di risalita esclusa sciovia
Rifugi alpini C rifugi non compresi nelle precedenti categorie, con dislivello di accesso rispetto al fondo valle inferiore a 800 metri
Rifugi alpini D come rifugi C, ma con dislivello di accesso compreso tra 800 e 1.400 metri rispetto al fondo valle
Rifugi alpini E come rifugi C, ma con dislivello di accesso superiore a 1.400 metri dal fondo valle
  1. Video istituzionale del CAI

 

Sentiero Italia