Bivacco Leoni

Bivacco Leoni

 

Quota: 2803 m.

Anno di costruzione: 1898/1899 (inaugurazione 1901)

Localizzazione: piano di Cistella Alto (comune Varzo)

Gruppo Montuoso: Alpi Lepontine Occidentali, Cistella, Diei

Sezione proprietaria: S.E.O. C.A.I. DOMODOSSOLA
Via Borgnis,10
28845 DOMODOSSOLA
Tel e fax 0324-240449

Stazione F.S:. Varzo

Email: seocaidomo@gmail.com

Periodo di apertura: sempre aperto

Posti:6 su tavolato

Posti pranzo: 12

Servizi: Locale cucina Con fornello a gas,acqua nei pressi. da fusione nevaio.

Località di partenza (quota di partenza)
Foppiano (1259 m), ore 4.30/5.00

Solcio (1751 m) ore 3.30
Ciamporino (1975 m.) ore 2.30

Ascensioni
Monte Cistella m 2880 ore 0.20

Pizzo Diei m 2906 ore 1,15
Corno del Cistella m 2688 ore 1,00

Cartografia
GM 1:25000 n. 15 I NO Baceno

CNS 1:50000 n. 275 – V. Antigorio
CNS 1:25000 n. 1290 Helsenhorn
IGC 1:50000 n. 11 Domodossola e Val Formazza

Bibliografia
De Maurizi, L’Ossola e le sue Valli
CAI-TCI, Alpi Lepontine – Sempione – Formazza – Vigezzo di R. Armellini, ed. 1986
“Monte Cistella – Giovanni Leoni: storia di un uomo e di una montagna”

Storia
La costruzione del rifugio si deve all’infaticabile tenacia di Giovanni Leoni. C’era urgenza di “soddisfare le esigenze dei frequentatori che si fanno sempre più numerosi”. Si cominciò a lavorare nel 1898 e a causa del cattivo tempo venne ultimata nel 1899. Il 12 agosto 1901 il rifugio fu infine inaugurato. Venne ristrutturato per la prima volta nel 1920 anno in cui morì il Leoni. Il C.A.I. domese decise all’unanimità di consacrare ufficialmente il rifugio al Cistella a Giovanni Leoni in una cerimonia che si svolse il 7 settembre 1924.
La seconda ristrutturazione risale all’estate del 1985 con l’aiuto degli “Amici della montagna di Mozzio e Viceno”  a cui abbiamo affidato la cura del rifugio. L’ultima ristrutturazione è avvenuta nel 2001 anno del festeggiamento del centenario.

(per una conoscenza più approfondita si rimanda al testo di P. Crosa Lenz citato nella bibliografia)